In today’s article titled “Come capire se gli italiani saranno puntuali o in ritardo,” I am going to discuss a common Italian habit of being late. Additionally, I’ll explain how to decipher the responses and messages from your Italian friends whom you wish to meet.

Oggi voglio parlarvi di un argomento un po’ particolare del quale sono sicura che tutti voi siete a conoscenza: la puntualità o meglio la non puntualità degli italiani.

In effetti non è un mistero che gli italiani non sono il popolo più puntuale del mondo e che sono spesso in ritardo. Io stessa ho amici che devo attendere ore ed ore anche se abbiamo un appuntamento in un luogo e un orario ben preciso. 

Pensate che all’università in Italia esiste addirittura il quarto d’ora accademico: le lezioni cioè cominciano 15 minuti dopo l’orario previsto proprio per dare il tempo a professori e a studenti di arrivare all’università e raggiungere l’aula. Lo so, per alcuni sembrerà pazzesco ma funziona proprio così!

Dunque, quando volete dare un appuntamento a un italiano dovete prestare molta attenzione a quello che vi dice. Vediamo allora alcune risposte che i vostri amici italiani potrebbero darvi.

  • Ci vediamo alle…

Cominciamo dalla prima “ci vediamo alle…” ad esempio 10:00.

Quando gli italiani usano la preposizione A, in questo caso “alle” ci stanno dando un orario preciso, e questo può tranquillizzarvi, perché minuto più minuto meno questa persona sarà puntuale.

  • Ci vediamo per…

Andiamo avanti e vediamo la seconda risposta che i vostri amici italiani potrebbero dare: “ci vediamo per…” ad esempio le 10.00.

Beh, nel momento in cui un italiano usa questa formula possiamo cominciare a preoccuparci. Ci vediamo per le 10.00 infatti non è garanzia di puntualità e potrebbe significare tutto e niente. Potrebbero incontrarci alle 10:00 ma anche alle 10:15 o anche alle 10:40…

Per questo motivo nel momento in cui sentite una risposta del genere è meglio cercare delle informazioni più precise.

  • Ci vediamo tra… e…

Che cosa succede invece se il nostro amico ci dice “Ci vediamo tra le 10:00 e le 11:00?”

Qui abbiamo un’informazione un po’ precisa e sicura, nel senso che è stato il vostro stesso amico a mettere un limite al vostro tempo di attesa: massimo alle 11:00 riuscirete a incontrarlo.

  • Ci vediamo in mattinata, in serata, nel pomeriggio

Prendere un appuntamento con un italiano può diventare un’esperienza abbastanza surreale quando qualcuno vi dice: “Ci vediamo in mattinata”, “Ci vediamo in serata” o anche “Ci vediamo nel pomeriggio!”

Ma che cosa si intende con un appuntamento del genere?

In realtà anche per gli italiani dare un appuntamento del genere ha poco senso perché dicendo in mattinata si potrebbe intendere qualsiasi lasso di tempo che va dalle 8:00 di mattina fino a mezzogiorno. Così pure dicendo nel pomeriggio si indica un periodo che va dalle 2:00 o le 3:00 fino alle 7:00 di sera o anche oltre.

Insomma, questa è decisamente un’informazione troppo approssimativa per prendere un impegno e dunque se vi trovate in una situazione del genere ci sono solo due soluzioni:

  • chiedete maggiori delucidazioni pretendendo un orario più preciso, oppure
  • decidete di svolgere altre attività.

Magari quell’amico lo vedrete un altro giorno!

E se all’orario dell’appuntamento non si presenta nessuno?

Cosa fareste voi se una volta raggiunto il posto dell’appuntamento all’orario prestabilito la persona che dovevate vedere non è ancora lì? Beh, in questo caso potreste chiedergli dove si trova e quanto tempo le ci vuole per arrivare. Ma anche in questo caso le risposte che potreste sentire sono varie.

Attenzione dunque a cogliere bene tutti i messaggi che si trovano nella risposta, anche quelli più nascosti:

  • Sto arrivando

Nel momento in cui ascoltate la risposta “sto arrivando” vi consiglio di farvi spiegare bene l’uso di questa frase.

Infatti l’amico potrebbe dirvi “sto arrivando…” perché è proprio dietro l’angolo e in questo caso il vostro tempo di attesa sarà minimo.

Ma con la suddetta frase il vostro amico potrebbe voler nascondere che in realtà è ancora dall’altro lato della città oppure in mezzo al traffico e dunque dirvi questa cosa è solo un modo per tenervi buoni e non farvi arrabbiare. 

  • Arrivo entro…

“Arrivo entro…” ad esempio le 10:15 è un’altra fraase piuttosto comune che fa capire subito che c’è un limite al ritardo del vostro amico: quindi oltre una certa ora non dovrete attendere. Questo significa che il vostro amico arriverà al massimo alle 10:15, probabilmente prima ma non dopo.

Conclusione

Anche oggi siamo giunti alla fine di questo articolo, che spero vi abbia fornito un po’ di spiegazioni e di chiarimenti sul modo di fare degli italiani, in particolare quando si tratta di prendere appuntamenti. 

Per alcuni l’attesa e il ritardo sono intollerabili, ma per noi italiani questo modo di fare non è un dispetto o una mancanza di rispetto nei confronti di chi ci aspetta, ma è più semplicemente un modo di fare talmente interiorizzato da essere diventato ormai un’abitudine per la maggior parte della popolazione.

Dunque, dopo avervi spiegato questo che dirvi?! Abbiate pazienza e non prendetela troppo se qualche italiano vi fa aspettare più del dovuto! :)

ila firma

Did you like this article? If so leave your comment and share it! :)

Let’s keep in touch! :)